Inquinamento da farmaci – 2

Avevo già scritto un articolo su questo tema, ma a quanto pare è sempre più di attualità.

Le Nazioni unite, attraverso l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il Parlamento europeo e l’Agenzia tedesca per l’Ambiente sono concordi nel denunciare il grave pericolo di contaminazione delle acque e di tutto l’ambiente, a causa dei farmaci per uso umano e veterinario e delle droghe.

Il problema è aggravato dall’accumulo, nel tempo, di tali sostanze; una volta entrate nell’ambiente, infatti, hanno una durata molto prolungata.

I trattamenti delle acque reflue non sono in grado di abbattere in modo significativo questa forma di inquinamento.

Cito dall’articolo:

Negli ultimi trent’anni, la produzione di farmaci è passata da 63 a 217,5 miliardi di euro e oggi sul mercato sono presenti oltre 3.000 principi attivi farmaceutici che, una volta assunti, devono essere smaltiti. “

Cito ancora:

In tutta l’Unione europea sono stati individuati residui di farmaci nelle acque superficiali e sotterranee, nei suoli e nei tessuti animali, in concentrazioni che dipendono dal farmaco, dalla natura e dalla prossimità delle fonti: in totale, secondo un rapporto dell’Umweltbundesamt, l’agenzia per l’ambiente tedesca, in Europa sono stati ritrovati nell’ambiente 596 farmaci.”

Ancora, un altro argomento che avevo già trattato: l’effetto cocktail.

Oltre ai pesci che hanno subito cambiamenti ormonali, diversi studi hanno evidenziato lo stesso problema per quelli che sono stati esposti al principio attivo dei contraccettivi, mentre quelli esposti a basse concentrazioni di antidepressivi hanno cambiato comportamento e sono a rischio sopravvivenza.

Poi c’è l’effetto cocktail: se i medici suggeriscono ai loro pazienti di non mischiare per esempio ibuprofene e betabloccanti, i pesci che se li ritrovano nell’acqua non possono evitarli”

Si tratta, in poche parole, di una forma di inquinamento ormai largamente diffusa nelle acque e nel suolo, e contro la quale i rimedi che si possono applicare sono molto costosi e scarsamente efficaci.

Articolo originale:

https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/farmaci-inquinamento-ambiente-ammalano-pesci-animali-piante-fauna-flora/ef6d7d02-d3d7-11e9-9f17-aad5add5a4d8-va.shtml?refresh_ce-cp

Articoli correlati:

agricoltura insostenibile

inquinamento da farmaci

Precedente Londra, il Tamigi inquinato dalla cocaina

Lascia un commento